Chiuso il Festival, già si pensa al prossimo. De Augustinis: “La presentazione a Spoleto”

Si è appena chiuso il 61mo Festival di Spoleto e già i riflettori sono puntati sulla prossima edizione, che stando alle dichiarazioni degli addetti ai lavori sarà portatrice di importanti novità, come il ‘baratto’ di spettacoli tra il festival gemello di Charleston e il nostro che invierà oltreoceano Il Minotauro e sta valutando quale piece importare dagli Usa. Ma la novità delle novità sarà la presentazione della kermesse festivaliera a Spoleto, dopo che per anni compreso l’ultimo si è tenuta a Roma. Poi si presenterà anche nella capitale, ma in seconda battuta. Lo ha anticipato il sindaco Umberto De Augustinis, presidente della Fondazione Festival, intervenuto all’appuntamento finale con la stampa in Sala Pegasus: “Porterò in consiglio di amministrazione la proposta di realizzare la conferenza di presentazione del Festival a Spoleto”  – ha promesso De Augustinis. “Siamo tutti d’accordo – ha aggiunto – per dare un segno alla città e coinvolgere ancora di più i cittadini. Ci stiamo lavorando e contiamo che anche il Ministero ai beni culturali dia il suo placet”.

Related Posts

Anche l’Umbria presente al villaggio contadino di Coldiretti a Roma
Giornata per il patrimonio Unesco, Spoleto in prima linea
I fuochi hanno chiuso il Festival dei grandi numeri, Ferrara: “Mi inorgoglisce aver ammorbidito il cuore duro degli spoletini”

Lascia un commento