Il cane Batman ‘fiuta’ 35 panetti di hashish nella serra di un artigiano di Trevi

Grazie al suo fiuto scova una ‘miniera’ di droga già confezionata in panetti all’interno della serra di un artigiano di Trevi. Parliamo del cane Batman in forza alle unità cinofile dei Carabinieri di Foligno costantemente impegnati nella prevenzione e repressione dei reati in materia di sostanze stupefacenti. Questa volta a finire nel mirino dei militari della Benemerita è stato un 57enne di Trevi, artigiano, già noto alle Forze di Polizia per precedenti specifici.

Giovedì mattina gli uomini del NORM di Foligno e quelli della Stazione di Trevi, a seguito di serrata attività info-investigativa, hanno raccolto elementi utili per effettuare una perquisizione all’interno dell’abitazione dell’uomo. Ad accompagnare i militari nell’attività c’era anche il cane BATMAN col suo conduttore, unità cinofila antidroga in forza al Nucleo Carabinieri Cinofili di Firenze, protagonista di diverse importanti operazioni di contrasto al traffico di stupefacenti condotte dai Carabinieri nel centro Italia che lo hanno reso famoso per il suo fiuto imbattibile.

E proprio le segnalazioni di BATMAN all’interno dell’abitazione hanno permesso ai militari operanti di rinvenire, all’interno di una serra posta nelle pertinenze dell’immobile, n. 35 panetti di hashish del peso di circa 100 grammi cadauno, conservati all’interno di una scatola in legno, più altri residui della stessa sostanza in diversi punti della casa per un peso complessivo di kg. 3,580, oltre a materiale vario per il confezionamento. Le analisi della sostanza effettuate presso il Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti (LASS) del Comando Provinciale Carabinieri di Perugia hanno confermato l’ottima qualità della sostanza, il cui quantitativo è stato ritenuto idoneo a ricavare circa  12.500 dosi destinate prevalentemente alla piazza folignate, che avrebbero fruttato al dettaglio circa 100.000 euro.

L’uomo è stato quindi tratto in arresto con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e nel corso dell’udienza di convalida tenutasi il giorno seguente presso il Tribunale di Spoleto, sono stati disposti per lui gli arresti domiciliari.

Related Posts

Sgominata la ‘banda del Cayenne’, in manette due albanesi professionisti del furto in appartamento
Fabrica Harmonica fa tappa a Trevi, spazio alla chitarra nei prossimi eventi del Federico Cesi Musica Urbis
Il cantiere di Giotto approda su Mep Radio

Lascia un commento