Oggi, ultimo giorno del 61mo Festival dei Due Mondi” che ha visto in contemporanea la personale del Maestro Sergio Bizzarri nella sua galleria di via Giustolo 41, 43, 45, presentiamo un’altra goccia del suo ‘mare’ artistico. L’opera si intitola “La Grande Madre” ed è dipinta in un contesto di natura e bellezza che ‘solletica’ la memoria del pittore spoletino e riapre una parentesi magica del suo vissuto:
“Nei boschi di un piccolo paese, Montebibico, ho ritrovato “il cantico della natura”, tanti ricordi e l’idea di un paradiso”

(Dipinto, 1982 – Cm 200 x 120)

Related Posts

Si è spento Virgilio Massani, con lui se ne va una Spoleto in bianco e nero che aveva saputo fermare nei suoi scatti. FOTOGALLERY
“Spoleto d’inverno” porta in città grandi nomi del cinema e della letteratura
Spoleto riscopre la sua anima longobarda

Lascia un commento