“Spoleto d’inverno” porta in città grandi nomi del cinema e della letteratura

(Eliana Merlino) Si è tenuta a palazzo Mauri, sede della biblioteca comunale, la presentazione degli eventi culturali della rassegna “Spoleto d’inverno”, in collaborazione con l’assessorato alla cultura e il comitato organizzativo della sala Pegasus, un’iniziativa promossa e finanziata dal Comune di Spoleto.
Alberto Bonfigli della sala Pegasus ci parla dell’importanza di incontrare i registi che presentano i propri film e ci illustra incontri di rilievo: il primo di questi si è tenuto ieri, martedì 26 febbraio, alla presenza del regista Claudio Giovannesi che ha presentato “La paranza dei bambini”, film tratto dal romanzo omonimo di Saviano e premiato al 69° festival di Berlino.
Il secondo si terrà il 2 Marzo alle ore 18,30 alla sala Pegasus dove Elisabetta, sorella del noto storico e critico d’arte Vittorio Sgarbi, presenterà il film “I nomi del Signor Sulčič”, premiato all’ultimo Torino film festival in un’applaudita prima mondiale ed apprezzato dalla critica, distribuito da Luce Cinecittà.
Successivamente Luigi Beccafichi, autore e regista spoletino, ci presenterà “Il libro di ingresso”, terza edizione del format che propone cinque incontri di spettacoli insieme all’uscita di altrettanti libri.
Questa iniziativa vuole promuovere la produzione di qualsiasi forma di letteratura breve: racconti, corsivi giornalistici, prosa scientifica, poesie, filastrocche per bambini.
Il nome dell’iniziativa è dovuto al fatto che nel prezzo del biglietto è incluso un libro che sarà rilasciato a chiunque assisterà agli spettacoli in programma che realizzeranno la rappresentazione della pagina scritta.
Gli incontri seguenti saranno poi dedicati alla donna nelle giornate dell’8 marzo, in cui saranno presentati “Rosa cenere” e “Ritratti di donne in un interno”, racconti di Anna Leonardi, e sabato 16 Marzo alle 21.30, quando sarà presentato “Il quaderno di Sonia”, con Sonia Bergamasco, sempre alla sala Pegasus.
Ad aprile invece, in data ancora da definire, la presentazione in sala Frau del libro della D’Angerio: “Cronache di scuola”, che parla della sua esperienza nella pedagogia sul territorio e poi vedranno la luce altri due titoli da definire di cui uno su Edgar Allan Poe, re del giallo ‘noir’.
Altra novità gli aperitivi letterari, che propongono la lettura di grandi pagine della letteratura mondiale.
Presente all’incontro l’assessore alla cultura Ada Urbani, che, nonostante la voce ‘intaccata’ dall’influenza, ha tenuto a precisare : “A Spoleto si viene per vedere le bellezze naturali ma si vive anche bene. Auspico una fattiva collaborazione tra comune e ufficio stampa. Molti i format della cultura previsti, tra aperitivi letterari, musica e teatro che anche i bambini dovrebbero imparare a frequentare. Si terrà inoltre l’introduzione al libro di Massimo Franco su Andreotti, presentato da Cirino Pomicino, un libro dedicato alla salute, a cura della Lambertucci, ed anche un testo della sorella di Fiorello. In lista due o tre eventi sulle donne che sono diventate parte fattiva ed attiva della nostra società”.

Related Posts

Si è spento Virgilio Massani, con lui se ne va una Spoleto in bianco e nero che aveva saputo fermare nei suoi scatti. FOTOGALLERY
Spoleto riscopre la sua anima longobarda
Vaporetti, il regolamento della gara è online

Lascia un commento