Venerdì 25 a Ferentillo Le Rocche raccontano i misteri di santi, eremiti e abbazie

“Santi, eremiti e abbazie – Gli eremi rupestri della Valnerina” è il tema di una conferenza culturale in programma a Ferentillo venerdì 25 agosto nell’ambito della XXIV edizione de “Le Rocche Raccontano”.

La conferenza, in programma alle 18 presso il teatro del plesso scolastico di Ferentillo, cercherà di fare il punto della situazione su quell’argomento, tanto focale per Ferentillo quanto per la Valnerina, che è l’eremitismo cenobitico Siriaco. I relatori principali saranno infatti due esperti del settore, il ricercatore e scrittore Filippo Filipponi, autore del recente saggio “La percezione del Sacro – Eremi rupestri e monti sacri della media e bassa Valnerina” e l’archeologo Alessio Pascolini, che sta ultimando il suo dottorato di ricerca con l’Università “La Sapienza” proprio sugli eremi rupestri della Diocesi di Spoleto-Norcia. A fare gli onori di casa i due principali organizzatori dell’evento, il Presidente della Proloco, Emilio Rosati e il Sindaco del Comune di Ferentillo, Paolo Silveri.

Grazie al contributo dei due relatori, si riuscirà finalmente a delineare la vita di questi 300 eremiti siriaci e perchè, fuggendo dalla Siria a causa di una persecuzione religiosa nel VI sec., giunsero proprio in Valnerina. La storia infatti narra che con il loro arrivo nella valle del Nera e con la loro immensa conoscenza riuscirono a civilizzare e cristianizzare quest’area culminando poi in molti casi con l’edificazione di vere e proprie abbazie, da dove poi si irradiò per secoli la cultura in tutto il nostro territorio. Le comunità eremitiche hanno lasciato numerose tracce del loro passaggio e della loro vita nei boschi e nelle montagne della Valnerina e proprio grazie a questi ricercatori e archeologi contemporanei si potrà finalmente avere un elenco dettagliato di questi luoghi così da poter realizzare ad esempio degli itinerari di visita durante tutto l’anno per i tanti appassionati e per i tanti turisti che giungono sin qui alla ricerca di questi luoghi sacri. La manifestazione de “Le Rocche Raccontano -XXIV ed.” nei suoi 14 quadri viventi narra in una scena proprio la vicenda dei due eremiti, Lazzaro e Giovanni, che insieme al Duca longobardo di Spoleto, Faroaldo II, furono fautori della fondazione dell’Abbazia di San Pietro in Valle, luogo unico per la cultura e per la sacralità della Valnerina e dell’Umbria. Il programma della manifestazione prevede l’inzio dei quadri viventi tutte le sere alle 21:00, da giovedi 24 agosto fino a domenica 27 con la sfilata finale e lo spettacolo pirotecnico dal campanile della chiesa di Santa Maria di Ferentillo.

Info: www.prolocoferentillo.it – +39.349.44.23.657

Related Posts

Napoleone va in scena all’abbazia di San Pietro in Valle
Il Melangolo di Ferentillo a convegno
Il Natale di Francesco a Ferentillo con Stefano De Majo

Lascia un commento