“Zone 30”: progetto al via entro l’anno, traffico più ‘slow’ in città

Chi va piano, si sa… la lentezza è una filosofia e, a volte, allunga la vita specie quando si è al volante. Per garantire più sicurezza sulle strade e prevenire incidenti dovuti alla velocità ma anche con altri obiettivi, come ridurre lo smog dovuto all’emissione di gas inquinanti e calibrare i percorsi cittadini a misura d’uomo è allo studio del Comune di Spoleto il progetto “Zone 30”, già avviato con un bando per testare la manifestazione di interesse e il varo del progetto definitivo già consultabile dagli addetti ai lavori.

“L’istituzione di una zona 30 – si legge nell’indagine di mercato della direzione tecnica comunale – significa progettare un’area della rete stradale urbana dove il limite di velocità è di 30 chilometri orari invece dei consueti 50 previsti dal codice stradale in ambito urbano. La minore velocità consentita permette una migliore convivenza tra auto, biciclette e pedoni; soprattutto garantisce una maggiore sicurezza stradale e una riduzione dell’inquinamento”.

L’area soggetta a questi ulteriori paletti alla velocità è, in prevalenza, il rettilineo di viale Marconi comprese le aree limitrofe, traverse e parallele.

Il progetto, che richiederà un investimento globale di circa 200 mila euro, è finanziato dai fondi del POR FESR Regione Umbria 2014-2020, Asse 6 azione 6.3.1 “Mobilità sostenibile”, coofinanziati con fondi comunali.

L’inizio dei lavori per l’attuazione delle misure contenute nel piano “Zone 30” è previsto entro l’anno.

 

Related Posts

Vaporetti, la classifica e il ‘grazie’ del comitato che dà appuntamento al 22 per la Serata sotto le stelle
Laureti-Bececco, cronaca di un apparentamento annunciato
Amministrative Spoleto: l’altra faccia (imbrattata) dell’elettorato

Lascia un commento